Il concerto raccontato. Roberta racconta i Duran Duran

In realtà, più che “Il concerto raccontato”, questo pezzo, scritto da Roberta, potrebbe intitolarsi :”Gli anni ’80 raccontati“.

Intorno alla  band dei Duran Duran, si concentra non solo uno stile di musica, ma anche un modo di vestire, di parlare, di vivere, tipico di quegli anni e che lei ci racconta attingendo ai suoi ricordi personali.

Vi presento gli anni dei paninari, delle Timberland, delle borse della Naj Oleari, dei capelli cotonati e della musica di Le Bon e soci!

Buona lettura!

I Duran Duran, gruppo synth-pop del 1979 (perché io c’ero!), è stato fondato da Nick Rhodes e John Taylor, insieme a Stephen Duffy (che uscirà dal progetto molto presto e molto prima del successo planetario). In seguito, il gruppo vedrà l’avvicendarsi di altri membri e l’ingresso in pianta stabile di Roger Taylor, Andy Taylor  e, per ultimo, incredibile, Simon Le Bon.

Il primo album omonimo del 1981 fu anticipato dal singolo Planet Earth.

Ricordo che, negli anni delle superiori, le ragazze della mia classe si dividevano tra fan dei Duran Duran e fan degli Spandau Ballet. C’era una vera e propria guerra e ognuna di noi difendeva, ovviamente, il proprio beniamino. I dialoghi si basavano su frasi tipo: “Guarda che Simon è un gran figo” oppure: “Ma Tony canta meglio”…e i nostri nomi venivano abbinati ai loro, ad esempio: Stefania Le Bon, Roberta Taylor… perché ovviamente l’idea era di sposarci con John (io) o Simon (tutte le altre). Uscì pure un film piuttosto sfigato dal titolo  “Sposerò Simon Le Bon”.

Locandina-film-492x748

Sempre a scuola, si faceva a gara a chi aveva la fotografia più bella degli Spandau o dei Duran e dei loro singoli componenti. Vere e proprie foto formato 10X15 che venivano vendute a Bologna alla mitica cartoleria Bruco, in autostazione, e costavano 1.000 lire l’una!

Il video di Rio e il video di The Wild Boys appartengono alla storia dei primi videoclip ben confezionati. E che dire di The Reflex, Save A Prayer, Hungry Like The Wolf, Girls On Film, Union Of The Snake, Notorious, A View To A Kill  e molte altre?

Ricordo anche che, nel 1984, i Duran Duran parteciparono al progetto di beneficenza Band Aid assieme ad altre celebrità come Sting, George Michael, Boy George, Bono, Paul Young, Paul Weller. Il video della loro canone di Natale mi mette ancora addosso una certa emozione !

Nell’estate del 1987, vennero in Italia in tour e suonarono anche a Modena, ma io ero troppo piccola (per quei tempi) per cui saltai con grande rammarico il concerto. Ma andai al Grand Hotel Baglioni per tentare di vedere qualcuno,  visto che dormivano lì! Scrissi anche su una colonna “John ti amo”!

Ma per fortuna recuperai più avanti, nel 2005 all’Arena di Verona, quando ci fu una reunion. Ma ogni band va vista nel momento giusto!

Grande dolore per tutte le fan quando, nel 1985, i Duran Duran decisero di prendersi una pausa. John e Andy Taylor fondarono i Power Station con Robert Palmer e Tony Thompson.

Il periodo di gestazione dell’album The Power Station fu caratterizzato da uno stile di vita votato agli eccessi, con John Taylor profondamente dipendente dalla cocaina (incredibile ma vero!). La realizzazione dell’album rifletteva quindi questo stile di vita e l’intera operazione venne a costare un’immensa quantità di denaro dovuta ai capricci dei membri del gruppo.

Nello stesso periodo Le Bon e Rhodes formarono, insieme a Roger Taylor,  gli Arcadia, meno commerciali e più raffinati dei Duran Duran.

I Duran Duran si riunirono momentaneamente per contribuire alla colonna sonora del film di James Bond “Agente 007 – Bersaglio mobile”, componendo il brano A View To A Kill. Per questo pezzo fu girato un video meraviglioso in stile spionistico ambientato sulla Tour Eiffel. Le Bon conclude il video parafrasando una delle frasi della famosa spia: “Bon, Simon Le Bon” (“The name’s Bond, James Bond”).

Successivamente il batterista Roger Taylor si ritirò nella campagna inglese a tempo indeterminato. E anche questo fu un grande dolore! Roger faceva il contadino!

Nel 2001, i cinque membri originali della band decisero di tornare insieme, dopo quindici anni di separazione!

In tutti questi anni Andy Tayor e Roger Taylor si sono presi parecchie pause e sono stati sostituiti molte volte da altri chitarristi e batteristi.

Ora non li seguo molto, forse perché i pezzi migliori li hanno già fatti e perché mi pare che non abbiano più molto da dire. Ma il suono del basso di John è unico e infatti anche i Bluvertigo hanno preso spunto dai Duran  per lo stile usato nel suonare il basso.

La recente canzone Pressure Off, vanta la collaborazione con il chitarrista statunitense Nile Rodgers , che continua a lavorare con diversi gruppi o cantanti anche solo per una canzone, e che si è poi affermato come uno dei produttori discografici  più influenti nella storia della musica pop.

La canzone è carina però non rimarrà certo indimenticabile come tante altre canzoni storiche. Io ad esempio mi emoziono ancora se sento il suono dell’ocarina di The Chauffeur!

 

Annunci