Amapola e il nuovo anno

E’ più di un mese che non scrivo sul blog.

Credo non sia mai successo che passasse tanto tempo tra un post e l’altro ma devo dire che questa fine 2018/ inizio 2019 è stata una transizione alquanto bizzarra per me.

Prima di tutto ho avuto la varicella.

Si, a 30 anniequalchecosa ho avuto la varicella.

Ma è stata una varicella strana, scambiata dal mio medico di base per una particolare reazione allergica e poverino…non posso neanche dargli torto per aver fatto una diagnosi sbagliata in quanto mi sono sì riempita di bolle…che però non prudevano, ed inoltre non ho avuto la febbre e non sono stata male.

Per cui ho fatto l’untrice per il paesello condividendo il mio virus con amici e familiari.

In seguito ad approfondite analisi del sangue per fugare ogni possibile dubbio, la conferma: varicella.

Ciò ha chiaramente scatenato paura e delirio a Black River tra gli adulti della famiglia che: “Oddio!! Ma io l’ho avuta la varicella?? Si?? No?? E che ne so?? Mammaaaa l’ho avuta??”.

Fortunatamente pare che io non abbia contagiato nessuno ed ora vado fiera ed orgogliosa della mia varicella asintomatica perché è un chiaro segnale che io sono Wonder Woman.

entertainment-2016-03-lynda-carter-wonder-woman-main
Uguale Uguale…………………………………………..

Inoltre si è rotta la macchina mentre tornavano a Bologna dopo le ferie, a 4 Km dall’uscita autostradale di Riccione. Usciamo dall’autostrada ed entriamo in città, macchina in officina, fusibile rotto, macchina sostitutiva.

Scarica macchina terrons e carica macchina sostitutiva che diventa terrons di default.

Avete idea di cosa significa scaricare e caricare una macchina terrons?

Significa incastrare in un bagagliaio un certo quantitativo di trolley, borsoni, lattine di olio, bottiglie di vino, casse di verdura e/o frutta, biscotti, pane e mozzarelle.

E un’anfora.

Si…questa volta in macchina avevamo un’anfora di terracotta che mia cugina ha rubato alla madre per usarla come portaombrelli.

L’antico vaso ha viaggiato di fianco a me, avvolto in una copertina, con le cinture di sicurezza allacciate.

Ho capito finalmente perché da piccoli ci fanno giocare con le costruzioni e i lego: per abituarci fin da subito a fare l’incastro perfetto.

Più cose in meno spazio.

3358401_1205_auto

E poi, infine una curiosità: solo a me sembra che questo Gennaio abbia 45 giorni??

E’ un mese leeeeento, non finisce mai!

Tra tutte queste avventure, la mia canzone di inizio anno è stata “Amapola”.

Ho passato la notte di Capodanno a casa con i miei ed è stato bello.

Sono via tutto l’anno e mi piace rintanarmi con la mia famiglia quando posso.

Madre e padre, sinceramente non ricordo il perché, ad un tratto hanno voluto ascoltare questa

che fa parte della colonna sonora di “C’era una volta in America” e che è la loro canzone.

E’ stato un bel momento per me, con la televisione con il volume azzerato su cui passavano le immagini di un sempre uguale concertone di Capodanno con vecchissime glorie della musica italiana, e quei due sposati da trent’anni, seduti vicini con il sassofono in sottofondo.

Non so, mi è parso un bel quadretto familiare, una bella sensazione…quasi di speranza e serenità…ma quella vera, non quella che auguri un po’ a tutti sentendoti rispondere “Anche a te e famiglia”.

Ho chiuso un anno ed iniziato un altro così, con le note di un sassofono.

Poi sono arrivata a Bologna e mi sono incazzata immediatamente con un ciclista che mi ha tagliato la strada.

Ma questa è un’altra storia….

cera-una-volta-in-america

P.S. Dato che, a mio parere, tutto quello che ha composto Ennio Morricone è magia per  l’orecchio umano , io vi linko qui la playlist di Spotify con 35 suoi brani famossimi. Buon ascolto!

Annunci

8 pensieri riguardo “Amapola e il nuovo anno

    1. Questa volta un’anfor, ,ma c’è anche stata la volta della sedia, del quadro, del tavolino…dell’aspirapolvere! 😀
      Riguardo gennaio: Allora non sono l’unica che ha iniziato l’anno stressata! Rientro a lavoro con il botto! Se l’inizo è questo…..

      Piace a 1 persona

  1. Basta con questo lassismo. Altro che 1 post al mese. 1 alla settimana bisogna farne. Il blog è una cosa seria e deve avere la priorità su tutto. Inizia a scrivere quello che pubblicherai il 1 febbraio. #cazziatone 😊

    Mi piace

    1. Mi cazzii perchè ti è mancato il mio blogghino? Ehhh?? 😀
      Cerco di scrivere più che posso ma il periodo è super pieno…e comunque per me è un hobby, se mi devo stressare per scrivere il più possibile e magari fare articoli tirati via allora no, preferisco farne pochi ma buoni! E purtroppo la musica non è il mio lavoro…purtroppo!
      Al prossimo cazziatone ti cancello!
      Scherzo!!! !:-D

      Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...